Direzione: Bologna
Via Nazario Sauro, 20 CAP: 40121


Dirigente
Dott. Filippo De Francesco
Segreteria - tel. 051.6572122


L'Ispettorato è contattabile tramite i seguenti indirizzi di posta elettronica:

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Sportello MISE: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si riceve solo su appuntamento. Per individuare il referente al servizio desiderato fare riferimento alla pagina contatti


IN EVIDENZA


 AVVISO ALL’UTENZA

A seguito della riorganizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico, le competenze della “Direzione Generale per le Attività Territoriali” (DGAT) transitano alla “Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali” (DGSCERP).

Si prega di consultare la pagina web relativa all’Ispettorato competente territorialmente prima di inviare comunicazioni e istanze ai nostri uffici in quanto gli indirizzi di Posta Certificata in uso subiranno modifiche sulla base della nuova organizzazione.


ESAMI RADIOAMATORIALI ANNO 2022

A seguito della pubblicazione sulla G.U nr. 70 del Decreto 01/03/2021 del Mise sono state apportate modifiche all'Allegato nr. 26 (Attività radioamatoriale) del D. Lsg. 259/2003 (Codice delle Comunicazioni). In particolare l'articolo 5 (Esonero prove di esami), non prevede più la possibilità di ottenere la patente senza esame. E' prevista, invece, la possibilità di ottenere (per chi è fornito di un titolo di studio tra quelli previsti dal medesimo articolo 5) l'esonero della sola parte A (Questioni di natura tecnica) del Programma di esame di cui al Sub Allegato D dell'Allegato 26 citato. Sarà quindi necessario sostenere l'esame su argomenti di cui alla parte B (Regole e procedure d'esercizio nazionali ed internazionali) e alla parte C (Regolamentazione nazionale e internazionale dei servizi di radioamatore e di radioamatore via satellite) del programma di esame di cui al citato Sub Allegato D dell'Allegato 26.
Tutto ciò premesso, le domande per sostenere le prove di esame nella Sessione 2022 dovranno essere spedite a questo Ispettorato entro e non oltre il 31/07/2022.
Le prove di esame complete (Parti A, B e C Programma) o parziali (Parti B e C Programma), svolte prevalentemente in presenza e, ove non possibile, in modalità a distanza, avverranno indicativamente a partire dal 19/09/2022.
La convocazione ufficiale avverrà ovviamente con comunicazione ad hoc, inviata per mail con largo anticipo.-
Per eventuali altri chiarimenti in merito, si potrà consultare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. (segretario della commissione di esame) e/o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (funzionario addetto alle procedure radioamatoriali).


11 novembre 2021 - Decreto direttoriale sulle modalità di assegnazione dei nominativi di chiamata delle stazioni ripetitrici radioamatoriali 

 Decreto direttoriale nominativi stazioni ripetitrici

I nominativi delle stazioni ripetitrici soggette ad autorizzazione generale ai sensi dell’articolo 143, comma 1, del codice delle comunicazioni elettroniche e dell’articolo 9 dell’allegato n.26 al predetto codice sono determinati secondo le modalità definite nell’allegato al suddetto decreto direttoriale 11 novembre 2021.

I nominativi di chiamata sono assegnati dagli ispettorati del Ministero, territorialmente competenti in base alla ubicazione della stazione, previa verifica positiva sulla conformità delle caratteristiche dell’impianto riportate nella relativa scheda tecnica.

Le nuove modalità di determinazione dei nominativi per le stazioni ripetitrici radioamatoriali si applicano sia alle nuove istanze per il conseguimento delle autorizzazioni generali che perverranno agli ispettorati territoriali, sia alle istanze giacenti per le quali è stata utilizzata la modulistica formalmente conforme a quella vigente alla data di presentazione delle domande di autorizzazione generale.

Per favorire la definizione delle pratiche in giacenza e oggetto di passaggio di consegne agli ispettorati territoriali a seguito dell’ultimo riordino ministeriale, si evidenzia la necessità di comunicare da parte dei soggetti interessati ogni informazione di variazione inerente alla ubicazione e/o alle caratteristiche tecniche dell’impianto eventualmente installato e precedentemente comunicate agli Uffici della  DGSCERP (Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica e Postali) così come riportate nella scheda tecnica allegata alla dichiarazione per il conseguimento dell’autorizzazione generale. A tal fine è opportuno contattare direttamente l’ispettorato territorialmente competente in base alla ubicazione della stazione ripetitrice.  

 


DECRETO LEGGE 16 luglio 2020, n.76
Semplificazione e innovazione digitale

Si informa l'utenza che dal 17/07/2020, a seguito della pubblicazione in G.U. n. 178 del 16/07/2020 del D.L. n.76 del 16/07/2020 e successiva rettifica, sono stati abrogati l'art.127 e i commi 3 e 4 dell'art.145 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, nonché l'art. 36 e il comma 2 dell'art.37 dell'allegato 25 del predetto Codice.

Per quanto sopra:

- relativamente ai documenti di esercizio delle stazioni radioelettriche, a seguito della abrogazione del citato art.127, non sussistono più gli obblighi di rilasciare il documento di esercizio ai soggetti autorizzati;

- relativamente alla dichiarazione da rendere per gli apparati di debole potenza CB-PMR 446 in banda cittadina, a seguito dell'abrogazione dei commi 3 e 4 dell'art.145 e degli artt. 36 e 37 c.2  (allegato 25), viene soppresso l'obbligo di rendere la dichiarazione e, per effetto delle predette disposizioni, non risulta più dovuto il versamento del contributo annuo 12 euro.