sede_IT_calabria.jpg - 166,96 kB


Direzione: Reggio Calabria
Via Sant’Anna II tronco - Palazzo di vetro - CAP 89128

 

Dirigente: Avv. Giulio Mario Donato

Telefono: 0965 814899

Fax: 0965 891913 (valido per tutti gli Uffici)

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


I contatti con l'utenza, per acquisizione delle informazioni di interesse e la presentazione delle istanze, sono assicurati mediante gli ordinari canali telematici di posta elettronica indicati di seguito:

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  


Si invitano gli utenti dello Sportello MISE per le Imprese ad utilizzare il seguente indirizzo e-mail per interfacciarsi con lo sportello stesso: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


IN EVIDENZA

 

 

Le domande di ammissione agli esami per il conseguimento della patente di operatore di stazione radioamatore di cui all’art. 4, comma 1, dell’allegato 26 al Decreto Legislativo 1 agosto 2003, n. 259, «Codice delle comunicazioni elettroniche», dovranno essere presentate entro il 30 settembre 2022:

Determina di programmazione sessione d’esami per l’ottenimento della patente di radioamatore per l’anno 2022


AVVISO ALL’UTENZA: A seguito della riorganizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico, le competenze della “Direzione Generale per le Attività Territoriali” (DGAT) transitano alla “Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali” (DGSCERP).
Si prega di consultare la pagina web relativa all’Ispettorato competente territorialmente prima di inviare comunicazioni e istanze ai nostri uffici in quanto gli indirizzi di Posta Certificata in uso subiranno modifiche sulla base della nuova organizzazione.

 

11 novembre 2021 - Decreto direttoriale sulle modalità di assegnazione dei nominativi di chiamata delle stazioni ripetitrici radioamatoriali

 

Decreto direttoriale nominativi stazioni ripetitrici 

 

I nominativi delle stazioni ripetitrici soggette ad autorizzazione generale ai sensi dell’articolo 143, comma 1, del codice delle comunicazioni elettroniche e dell’articolo 9 dell’allegato n.26 al predetto codice sono determinati secondo le modalità definite nell’allegato al suddetto decreto direttoriale 11 novembre 2021. 


I nominativi di chiamata sono assegnati dagli ispettorati del Ministero, territorialmente competenti in base alla ubicazione della stazione, previa verifica positiva sulla conformità delle caratteristiche dell’impianto riportate nella relativa scheda tecnica.


Le nuove modalità di determinazione dei nominativi per le stazioni ripetitrici radioamatoriali si applicano sia alle nuove istanze per il conseguimento delle autorizzazioni generali che perverranno agli ispettorati territoriali, sia alle istanze giacenti per le quali è stata utilizzata la modulistica formalmente conforme a quella vigente alla data di presentazione delle domande di autorizzazione generale.


Per favorire la definizione delle pratiche in giacenza e oggetto di passaggio di consegne agli ispettorati territoriali a seguito dell’ultimo riordino ministeriale, si evidenzia la necessità di comunicare da parte dei soggetti interessati ogni informazione di variazione inerente alla ubicazione e/o alle caratteristiche tecniche dell’impianto eventualmente installato e precedentemente comunicate agli Uffici della Dgscerp (Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica e postali) così come riportate nella scheda tecnica allegata alla dichiarazione per il conseguimento dell’autorizzazione generale. A tal fine è opportuno contattare direttamente l’ispettorato territorialmente competente in base alla ubicazione della stazione ripetitrice.


Per tutte le richieste si consiglia di utilizzare i formati digitali, trasmettendoli via mail o via Pec, in questo modo i tempi di attesa saranno sensibilmente ridotti.

 

                                                                                                             

Torna all'inizio del contenuto